Isabella N.27: Il vizio e la passione

Isabella N.27: Il vizio e la passione

by Giorgio Cavedon, Renzo Barbieri

NOOK BookNot Appropriate For Children (eBook - Not Appropriate For Children)

$1.99

Available on Compatible NOOK Devices and the free NOOK Apps.
WANT A NOOK?  Explore Now

Overview

Nell’avventurosa e splendida epopea della monarchia francese, il 1600 rappresenta senza dubbio il secolo più ricco di fasto e di potenza. Durante il regno di Luigi XIII la nazione diviene, in pratica, arbitra dell’intera Europa dilaniata dalla guerra dei Trent’anni. E’ il magico momento in cui il cardinale Richelieu manovra con diabolica abilità il sottile gioco delle alleanze per debellare la strapotenza delle Case d’Austria e di Spagna. In questa cornice di sfarzo, di balli, di cacce, di duelli, di agguati, di violenze, di riti magici, di torture e di folli passioni, prende vita un’affascinante eroina: Isabella de Frissac, signora di Chateau Salins, soprannominata la duchessa dei Diavoliî; una donna più seducente di Angelica, più perfida di Cleopatra, più astuta di Modesty Blaise. La sua lama, leggendaria e implacabile, è col Re o contro il Re, col cardinale o contro gli alsaziani, gli odiati nemici della sua verde e dolce terra di Lorena. Isabella, primo tascabile per adulti italiano, esce in edicola nella primavera del 1966, inaugurando il fortunato filone del fumetto erotico popolare. Ideata da Renzo Barbieri e Giorgio Cavedon e disegnata da Sandro Angiolini, la serie è ambientata nella Francia del 1600 e si ispira al personaggio di Angelica, “”la marchesa degli angeli”", eroina letteraria creata negli anni Cinquanta da Anne e Serge Golon (in Italia i romanzi furono pubblicati da Garzanti) e portata sul grande schermo con grande successo da Bernard Borderie per l’interpretazione di Michèle Mercier. La sensuale duchessa Isabella, chiarmente disegnata su modello Brigitte Bardot, si batte per una giusta causa, la liberazione della Lorena, e fra un duello e un incontro pericoloso si abbandona all’amore e ad ogni tipo di pratiche sessuali, circondata da personaggi inventati e da personaggi storici come Richelieu, Maria de’ Medici e Filippo II.

Product Details

ISBN-13: 9788868990282
Publisher: VandA ePublishing
Publication date: 11/27/2014
Series: Isabella
Sold by: eDigita
Format: NOOK Book
Pages: 126
File size: 20 MB
Note: This product may take a few minutes to download.

About the Author

Giorgio Cavedon (1930-2001). Scrittore, sceneggiatore di cinema, musicista jazz dal '49 al '73, editore prolificissimo,aveva creato personaggi famosi come Lucifera, Zordon e soprattutto Isabella de Frissac, soprannominata "la duchessa dei diavoli". Disegnata da Sandro Angiolini, Isabella vanta il primato di aver inaugurato il fumetto per adulti erotico italiano nell'aprile 1966 (per l'Editrice 66, mutata poi in RG e infine in Ediperiodici). Renzo Barbieri (1940-2007) inizia la sua attività come scrittore di fumetti per la casa editrice Dardo (James Dyan, 1960) e le Edizioni Alpe (svolgendo contemporaneamente l'attività di giornalista per La notte) e poi come editore. La sua prima casa editrice è la Editrice 66 (che prende il nome dall'anno di fondazione, il 1966), che si lancia nel settore del fumetto "per adulti" che riscuote un certo successo in quegli anni (ad esempio Diabolik, Kriminal e Satanik), giocando la carta dell'erotismo; pubblica così alcune testate sceneggiate da lui stesso e disegnate da Sandro Angiolini - Isabella, primo fumetto erotico italiano tascabile, e l'agente segreto Goldrake - ma fallisce a causa dello scarso successo delle due serie. Barbieri quindi passa a collaborare con Giorgio Cavedon, fondando una nuova casa editrice, la ErreGi, che lancia con successo diversi personaggi (Isabella, Jacula, Lucrezia), generalmente a carattere erotico. Nel 1972 la ErreGi e i suoi personaggi passano completamente in mano a Cavedon; Barbieri fonda allora la Edifumetto, la sua impresa editoriale più nota. Pubblica Lando, celebre fumetto degli anni settanta, il cui protagonista prendeva il nome dall'attore Lando Buzzanca e aveva le fattezze fisiche e il volto di Adriano Celentano.
Renzo Barbieri (1940-2007) inizia la sua attività come scrittore di fumetti per la casa editrice Dardo (James Dyan, 1960) e le Edizioni Alpe (svolgendo contemporaneamente l'attività di giornalista per La notte) e poi come editore. La sua prima casa editrice è la Editrice 66 (che prende il nome dall'anno di fondazione, il 1966), che si lancia nel settore del fumetto "per adulti" che riscuote un certo successo in quegli anni (ad esempio Diabolik, Kriminal e Satanik), giocando la carta dell'erotismo; pubblica così alcune testate sceneggiate da lui stesso e disegnate da Sandro Angiolini - Isabella, primo fumetto erotico italiano tascabile, e l'agente segreto Goldrake - ma fallisce a causa dello scarso successo delle due serie.Barbieri quindi passa a collaborare con Giorgio Cavedon, fondando una nuova casa editrice, la ErreGi, che lancia con successo diversi personaggi (Isabella, Jacula, Lucrezia), generalmente a carattere erotico. Nel 1972 la ErreGi e i suoi personaggi passano completamente in mano a Cavedon; Barbieri fonda allora la Edifumetto, la sua impresa editoriale più nota. Pubblica Lando, celebre fumetto degli anni settanta, il cui protagonista prendeva il nome dall'attore Lando Buzzanca e aveva le fattezze fisiche e il volto di Adriano Celentano.

Customer Reviews